Chiesa di San Nicola Vescovo

La chiesa parrocchiale di Nociglia progettata dall'architetto Filippo Bacile, in stile neogotico, e realizzata tra il 1869 e il 1874.

Chiesa di San Nicola Vescovo

Scheda di dettaglio

🇮🇹 / 🇬🇧 

La chiesa parrocchiale di Nociglia, riedificata tra il 1869 e il 1874, sorge sui resti della piccola chiesa preesistente che nel corso del 1800 si presentava "fatiscente per il tempo e pressochè andata in rovina" al punto da essere definita dal parroco dell'epoca, don Domenico Marzotta, "angusta ed indecente pel culto divino". Si decide, pertanto, che la vecchia costruzione doveva essere demolita per lasciare il posto ad un nuovo edificio più grande e più adatto alle esigenze liturgiche di una comunità che stava crescendo.

Una lapide, redatta dal canonico Paolo De Giorgi  ed esposta all'interno, riassume sinteticamente la storia della sua costruzione culminata, con l'inaugurazione, il 13 giugno 1875. 

È dedicata, come lo era già la precedente chiesa, a san Nicola vescovo di Myra, antico patrono di Nociglia.

Progettata dall'architetto Filippo Bacile, barone di Castiglione, in stile neogotico, la chiesa presenta una pianta rettangolare, lunga 30 metri e larga 16. L'impianto è a tre navate, suddivise da alti pilastri polistili, la navata centrale culmina nell'abside trilobata ed ospita l'altare maggiore in corrispondenza del presbiterio. La sua ossatura rievoca le severe e meditative architetture cristiane del XIV secolo. La volta è a crociera, realizzata in carparo, con archi trasversali a sesto acuto con costoloni, tipica dell'architettura gotica.

La facciata, in pietra leccese, presenta una composizione essenziale con un portale centrale e due laterali. Il portale principale, in asse con il rosone, è sormontato da una lunetta archiacuta sulla quale è rappresentata l'immagine bizantineggiante di San Nicola, un piccolo stemma civico decora la sommità dell'arco a sesto acuto che incornicia l'affresco del santo. Due alte bifore si impostano, invece, sui portali laterali. "Per gli ornamenti - racconta Bacile - ho dovuto esser sobrio fino alla povertà, perchè di denaro non vi era dovizia".

L'ambiente interno riceve la luce naturale attraverso dodici finestroni a sesto acuto, sei per ogni lato, posti in alto lungo la navata centrale, a cui si somma la luce che filtra dal rosone e dalle bifore in facciata e quella suggestiva che penetra da oriente, passando dalle vetrate policrome dei tre finestroni a sesto acuto della parete absidale. 

Un campanile, a pianta quadrata, è presente sul lato est dell'edificio mentre altre due torrette, sempre a pianta quadrata, sormontano la facciata sul lato ovest, in corrispondenza della navata centrale. Di questi due elementi, di successiva costruzione e probabilmente non previsti nel progetto originario, quello di sinistra è dotato di campane e svolge la funzione di orologio pubblico.

"Il sentimento che mi ha guidato alla scelta dello stile gotico nella costruzione di una chiesa si è perchè ho ritenuto col Milizia che questa specie di architettura sorse al sorgere del Cristianesimo, e può dirsi quindi con ogni storica verità architettura cristiana". - Filippo Bacile

 

🇬🇧 

The Mother Church of Nociglia, restored between 1869 and 1874, stands on the ruins of the pre-existing little church that during the 1800s appeared “crumbling because of the time and almost gone to ruin” to the point that it was defined by the parish priest of the time, don Domenico Marzotta, “narrow and improper for the divine cult”. It was therefore decided that the old construction had to be broken up to make way for a new building bigger and more suitable to liturgical needs of a community that was increasing.

A commemorative plaque, edited by the canon Paolo De Giorgi and exposed inside, briefly summarises the history of its construction culminated in the inauguration on 13 June 1875.

It is dedicated, as the previous church, to San Nicola bishop of Myra, old patron of Nociglia.

Designed by the architect Filippo Bacile, baron of Castiglione, in neogothic style, the church features a rectangular plan, 30 meters long and 16 meters wide. The structure has got three naves, divided by tall polystyle pillars, the central nave culminates with the three- lobed apse and it hosts the high altar in correspondence with the presbytery. Its framework recalls the austere and contemplative Christian architectures of the XIV century. The church has a cross vault ceiling, realized in “carparo” (a calcareous stone), with transverse pointed arches with ribs, typical of gothic architecture.

The facade, in “pietra leccese” (our local stone), has got an essential composition with a central portal and two other on its sides. The main portal, aligned with the rose window, is crowned by a pointed arch lunette on which is represented the byzantine image of San Nicola; a little civic coat adorns the pointed arch top that frames the Saint fresco. Two tall mullioned windows are instead installed on the lateral portals. “About the ornaments - reports Bacile - I had to be simple to poverty, because of the lack of money”.

The interior receives natural light through twelve pointed arch windows, six per side, situated at the top along the central nave, to which is added the filtered light through the rose window and the mullioned windows of the facade and the suggestive light penetrating from Orient, that passes through three polychrome pointed arch glass windows on the back wall.

A bell tower, with square plan, emerges on the east side of the building, and other two turrets, with square plan too, dominate the facade on the west side, in correspondence with the central nave. Of these two elements, subsequently erected and probably not planned in the starting project, the left one is provided with bells and it performs the function of public clock.

(Traduzione a cura di ANNA LISA PUCE- tirocinio formativo presso il Comune di Nociglia in convenzione con Università del Salento | Lingue, culture e letterature straniere - anno 2020 

Translation by ANNA LISA PUCE - internship activities Municipality of Nociglia in agreement with the University of Salento | Foreign languages, cultures and literatures - 2020)

 

Nello stesso itinerario | Along the way: 

📍 Colonna di Sant'Antonio 

📍 Palazzo Baronale "Gallone Pignatelli"

 

Bibliografia: 

C. DE GIORGI, La Provincia di Lecce. Bozzetti di viaggio, Galatina 1985

F. DE DOMINICIS, Nociglia Storia tradizioni documenti, Cavallino 2001


Contatti e recapiti

  • Indirizzo: Chiesa San Nicola Vescovo - Piazza Ruggieri - Nociglia (LE)

Galleria immagini

Documenti e link

Notizie ed eventi correlati:
da 16.08.21 - a 16.08.21 | da 17.08.21 - a 17.08.21 | da 18.08.21 - a 18.08.21 Nucijazz festival
Parole chiave: Arte e Cultura
Opzioni di stampa:

Mappa

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su