Una SCUOLA RURALE | L'opificio dei FRUTTI MINORI - Nociglia

"Rural Revolution": la Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile dei Comuni del Parco dei Paduli

 

I FRUTTI MINORI E L'ECONOMIA LOCALE

Noci, fichi, peri, agrumi, susini, mandorli, cotogni, gelsi… dentro ognuno di noi c'è un ricordo che ci lega ad uno di questi frutti.

Diverse varietà di frutti minori fanno parte della storia del nostro territorio. Sono state coltivazioni familiari molto diffuse nel Salento, all'interno di un modello semplice di economia agricola a filiera corta che dalla coltivazione portava alla realizzazione del prodotto finito (marmellate, confetture, succhi) nello stesso luogo di produzione, attraverso una lavorazione lenta, sapiente e rigorosamente a “zero sprechi”.

Recuperare oggi questo modello laborioso, familiare alla nostra comunità, e accostarlo alla scelta dei frutti minori autoctoni, come nuova opportunità per l’agricoltura locale, ha come obiettivo iniettare nuova linfa nell’economia del territorio. È stata questa la visione che ha guidato un percorso progettuale, iniziato qualche anno fa, in sinergia con i comuni del Parco agricolo dei Paduli.

Questo progetto in questi giorni comincia a prendere forma e concretezza.

 

IL PROGETTO

La Scuola Rurale è un infrastruttura sociale e culturale un "bene comune" a servizio degli abitanti – contadini e consumatori del Parco, un luogo della formazione, della didattica, della produzione e dell’inclusione sociale finalizzata alla divulgazione delle pratiche agricole sostenibili. 

La Scuola sarà dotata di una foresteria, di uno spazio per la didattica e la degustazione e di un opificio per la produzione di marmellate, confetture, succhi; utile ai piccoli produttori agricoli e agli agriturismo del Parco a chiudere la filiera di produzione, a incentivare la biodiversificazione nella pratica agricola e a sostenere la diffusione e la cura del patrimonio arboreo dei frutti minori nel Parco (noci, peri, meli, susini, albicocchi, cotogni, fichi, mandorli, ecc..). 

L’intervento nato in seno al recupero e ristrutturazione di un edifico comunale, prevede la riqualificazione del tratto di strada pubblica di pertinenza e di connessione alla viabilità ciclopedonale del Parco mediante la piantumazione di n.10 alberature lungo la strada e la predisposizione di mq 150 di aree verdi intorno alla scuola. 

La Scuola diventa lo spazio all’interno del quale aprire nuove prospettive occupazionali grazie all’accordo di partenariato con il consorzio sociale dell’Ambito di Zona di Poggiardo, in un'ottica di integrazione sociale e contrasto alla povertà e all’esclusione sociale, nella gestione dell’OPIFICIO di comunità saranno coinvolte le fasce deboli della comunità. 

La Scuola Rurale è uno dei sette progetti con cui i Comuni dell'Unione delle Terre di Mezzo hanno avviato una Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile "Rural Revolution", una visione programmatica maturata nel 2017 in un processo partecipato e con cui i piccoli centri del Parco Paduli attuano un modello di "smart land" per fronteggiare, con azioni integrate, le future sfide economiche, ambientali, climatiche, demografiche e sociali del territorio.

Progetto finanziato nell'ambito del PATTO PER LA PUGLIA 2014-2020 Asse XII, Azione 12.1 “Rigenerazione Urbana Sostenibile” 

 

"Ci sono luoghi in cui si fa, si costruisce. Luoghi in cui il passato si mescola con il presente e con il nostro domani. 

Luoghi evocativi ed al contempo operativi: nascono per far incontrare le diverse generazioni, per far crescere nuove opportunità, per innestare energie e competenze. 

È il momento di guardare oltre, al domani che ci attende, e lo facciamo con forte responsabilità collettiva, lo facciamo da protagonisti... Protagonisti principali di un grande Progetto Innovativo. Sarà un'opportunità per la Nostra Terra Salentina.

La biodiversità che nel tempo è andata perduta, potrà essere strumento capace di contribuire alla ripresa economica e culturale. Iniziamo a convogliare le passioni ed i desideri, iniziamo a far rinascere, dalle nostre radici, nuovi frutti

Siamo pronti a riappropriarci della nostra terra. Ricostruiamo. Insieme.

Il Sindaco | Massimo Martella

 

 

 

 

Documenti e link

Data di fine pubblicazione: Mai
X
Torna su